Translate

sabato 24 agosto 2013

L'80° della prima salita di Comici e dei Dimai alla Grande di Lavaredo (e allo Spigolo Giallo) e una piccola gallery sui luoghi visti in questo mese


È passato un mese dall'ultimo post e devo scusarmi con i frequentatori di questo blog: la pausa è stata troppo lunga. Un po' di vacanza (poca) e molti spostamenti — legati a servizi già usciti e ad altri che usciranno — hanno fatto sì che ci fosse poco tempo per aggiornare il blog.  A parziale rimedio, vi propongo un'altrettanto parziale fotogallery che copre alcuni dei luoghi che ho toccato in queste settimane.
Una delle tappe più importanti è stata Cortina dove mi sono recato per un servizio uscito su Avvenire che vi propongo qui.
Nella foto qui in alto, l'originale della relazione di Comici e dei due fratelli Dimai sulla loro storica prima salita alla Nord della Cima Grande di Lavaredo. Era l'agosto del 1933, 80 anni fa. Il documento mi è stato mostrato da Carlo Gandini, già presidente degli Scoiattoli di Cortina e appassionato cultore e conservatore della storia alpinistica ampezzana e dolomitica.
A proposito di Cortina, sul versante di Selva di Cadore del bellissimo passo Giau c'è il rifugio-ristorante da Aurelio. Qui trovate l'articolo che ho scritto dopo averlo visitato.


Carlo Gandini mostra un paio di pedule appartenute a Angelo Dimai che con il fratello Giuseppe ed Emilio Comici formò la cordata della prima salita alla parete nord della Cima Grande di Lavaredo

Sala del ristorante da Aurelio, nei pressi del passo Giau

Gigi Dariz, proprietario e chef di Aurelio mostra le erbe utilizzate nelle preparazioni

Gigi Dariz, proprietario e chef di Aurelio mostra le erbe utilizzate nelle preparazioni

Dal menu di Aurelio

Dal menu di Aurelio

Dal menu di Aurelio

Le Tre Cime da Forcella Lavaredo

Lungo l'anello attorno alle Tre Cime

Di ritorno verso il rifugio Auronzo

Dal rifugio Nuvolau verso Tofane e Lagazuoi

Il rifugio Scoiattoli, cucina all'altezza del panorama. Sullo sfondo, la Tofana

Figurante in divisa austriaca di fronte al forte nei pressi del passo di Valparola. Il forte è stato trasformato in (bellissimo) museo sulla Grande Guerra

Lo shop di Capriz, in val Pusteria, dove i formaggi di capra diventano show multimediale

Nel “museo” di Capriz si “attraversa” il latte appena munto

Nella fortezza di Fortezza. Ne parlerò su un prossimo articolo

Ancora nella fortezza

Il laghetto nei pressi del rifugio Vittorio Emanuele in Valsavarenche

Il laghetto nei pressi del rifugio Vittorio Emanuele in Valsavarenche

Il rifugio Vittorio Emanuele

Il Ciarforon quasi scoperto dai ghiacci

Ancora il laghetto

Ancora il laghetto

Ancora il laghetto

Il rifugio

Bivio per la traversata verso il rifugio Chabod



Nessun commento:

Posta un commento