Translate

giovedì 13 dicembre 2012

Natale e Feste nelle capitali europee. Sul Messaggero un giro d'orizzonte da Barcellona a Copenaghen e da Praga a Istanbul con un mio servizio e con le corrispondenze dei colleghi da Berlino e Parigi

Sono mete tradizionali, di quelle che raramente tradiscono. Così le grandi città europee tornano di moda tra chi, nonostante la crisi e le tasse, riesce a ritagliarsi un budget per qualche giorno di “stacco” tra il Natale passato in famiglia e l'Epifania. Capodanno all'estero dunque? Non sempre. Molti partono il 26 e tornano il 30; altri lasciano i fumi del Cenone il 1 e tornano il 5 o il 6.
La breve distanza, l'amplissima scelta di voli e spesso la possibilità di viaggiare in treno sono un altro tra i vantaggi delle brevi fughe in Europa.
Qui trovate i pdf delle due pagine che il Messaggero ha dedicato al tema, con alcune proposte di soggiorno e pernottamento. Tra le tante vi segnalo l'appartamento in centro a Berlino. Prezzi accessibilissimi e comodità.
Ovviamente resto a vostra disposizione per approfondimenti e consigli ulteriori.

Nessun commento:

Posta un commento