Translate

lunedì 25 giugno 2012

Turismo, montagna e ambiente: parlano due protagonisti, il direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso e il Segretario generale della Convenzione delle Alpi

Il turismo montano estivo sulle alpi è "figlio" di quello invernale. Nel bene e nel male. Soprattutto nel male. È uno dei concetti chiave dell'intervista che mi ha rilasciato Marco Onida, l'italiano che guida la Convenzione delle Alpi con il ruolo di Segretario generale, e che Avvenire ha pubblicato sabato 23 giugno. La Convenzione, poco nota quanto importante, è un trattato internazionale ratificato dai parlamenti di tutti gli Stati che insistono sull'arco alpino.
Altro protagonista della pagina e delle tematiche del turismo alpino è Michele Ottino, direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Anche Ottino ha risposto alle mie domande, inquadrando il tema nel contesto delle celebrazioni per i 90 anni del Parco. Qui trovate la pagina del quotidiano.

Intanto segnalo due importanti filoni di iniziative che meritano di essere seguite.
Sul sito del Parco del Gran Paradiso potete approfondire temi ed eventi legati al 90° anniversario e magari decidere di partecipare a qualcuna delle numerose iniziative in programma. Tra tutte vi raccomando "A piedi tra le nuvole".
La Convenzione, invece, sta mettendo a punto il programma dell'edizione 2012 di SuperAlp. Si tratta di un viaggio attraverso le Alpi con il solo utilizzo dei mezzi pubblici e del... cavallo di San Francesco. Qui potete vedere il sito dell'iniziativa, leggere i nomi dei partecipanti (tra cui il sottoscritto) e vedere il programma. Purtroppo non potrò percorrere tutto l'itinerario, dovendomi limitare a un tratto di pochi giorni. Ne riparleremo

Nessun commento:

Posta un commento