Translate

mercoledì 16 maggio 2012

Ecco il reportage uscito oggi su Repubblica Viaggi: link e spazio per commenti, domande, approfondimenti se volete ripetere questo itinerario o viaggiare in treno negli Usa

Con Thomas, coach attendant di una sleeping car, alla fermata di La Junta
Qui trovate il reportage che annunciavo nel post precedente. Repubblica Viaggi lo ha inserito nello speciale dossier estate in edicola oggi e lo ha rilanciato con grande evidenza sul canale viaggi del suo sito. Se preferite il pdf, eccolo.

Annamaria, coach attendant di una sleeping car del Southwest Chief
La stazione di Chicago
That's America...

Spazio ora ai vostri commenti. E se vi può servire qualche dritta o consiglio su questo itinerario o su altri negli Usa, non esitate a farvi vivi. Vi risponderò al più presto:

6 commenti:

  1. Salve Marco, per prima cosa voglio farle i complimenti per il bell'articolo scritto, mi ha messo una curiosità addosso incredibile!
    E da qualche anno che vorrei programmare un viaggio come questo negli USA ma sono sempre stato impossibilitato per via dei prezzi proibitivi.
    Vorrei chiederle se può darmi un consiglio per una buona compagnia aerea che applica prezzi vantaggiosi per viaggi a New York, e se può consigliarmi un buon itinerario che tocchi anche la grande mela.
    LA ringrazio e ancora complimenti per l'articolo!
    Saluti
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Caro Maurizio, anzitutto bisognerebbe sapere in quale stagione vuole (e può) viaggiare. I prezzi variano in modo importante e andare a NYC in febbraio può costare la metà che andarci in luglio. Provo a darle alcune info schematiche. Mi dica se sono sufficienti.
    - Non so se ha letto il mio reportage su web o su carta. Su Repubblica cartacea c'erano anche alcune info di prezzo. Ad esempio l'itinerario che ho descritto è proposto dal tour operator Meridiano.it con questo pacchetto: due notti a Chicago, 5 notti in New Mexico con auto a noleggio, due notti a Los Angeles + due notti sul treno Amtrak con pasti a bordo. Il tutto a partire da 1640 euro a persona, cui vanno aggiunti i voli. Non è poco ma tutto è relativo, anche perchè sono nove notti.

    - i prezzi Amtrak li trova sul loro sito (Amtrak.com). Ma il booking on line dall’Italia mi pare un po’ azzardato. Se vuole autoorganizzarsi e andare a caccia di tariffe promozionali, può provare a contattare Master Consulting (mastercons.it), che rappresenta Amtrak in Italia. Tenga presente che il mio itinerario con la sistemazione in sleeping car costa circa 600 $ a persona. Ricordi anche che il prezzo comprende due notti in treno, due breakfast e tre pasti completi. Per i voli, sempre se vuole autoorganizzarsi su Chicago e da Los Angeles, io le consiglio Swiss (vedi più avanti).

    - Capitolo New York. Oltre al dato sul periodo di viaggio, bisognerebbe sapere con che formula vuole viaggiare. È infatti impossibile essere generici perché un conto è fare un weekend lungo nella Grande Mela e un conto è farci uno stop over durante un viaggio più lungo negli States. Un conto è dormire in hotel, un conto essere ospiti di amici… Mentre scrivo ho provato a consultare un motore di ricerca per un volo a/r su NYC a fine giugno. Sono usciti 265 risultati per altrettante combinazioni… Infine, gli States sono grandi e l’offerta turistica è infinita. Per consigliarle un viaggio bisogna sapere qualcosa di più sui suoi gusti e sulle sue preferenze. Ad esempio: da soli o in famiglia? Città? Natura? Parchi a tema? E via scegliendo. Se vorrà essere più preciso potremo continuare il nostro scambio di idee.

    - Da ultimo torno sui voli. Per gli States si puà volare direttamente dall’Italia con Alitalia o con molte altre compagnie o con scalo in qualche hub europeo, da Londra a Parigi, da Francoforte ad Amsterdam. Se si vola con scalo, esprimo una preferenza per le coincidenze a Zurigo con Swiss. Una compagnia relativamente mini ma del gruppo Lufthansa, con aeromobili dagli allestimenti recenti e soprattutto con un hub — Zurigo — piccolo rispetto ai giga-aeroporti. Proprio la dimensione dello scalo — persone e bagagli hanno spostamenti brevi e comodi — consente coincidenze “strette” ma sempre gestibilissime senza stress e soprattutto evita quelle lunghe attese che rendono ancora più lunghi i voli intercontinentali con il loro strascico di jet lag.

    Dimenticavo: grazie per i complimenti.

    RispondiElimina
  3. La ringrazio per la risposta celerissima!
    Allora cerco di darle dei dati più precisi, saremmo in 2 io e la mia compagnia, pensavo di partire per ottobre 2013.
    A questo punto mi soffermerei solamente per quanto riguarda NY, fare 7 giorni, da giovedì a giovedì della settimana dopo,per quanto riguarda l'alloggio a me andrebbe bene anche un buon B&B, o un ostello, tanto per mangiare lo si fa mentre si è in giro :)
    Per quanto riguarda ciò che ci piace, parchi, musei, monumenti, tutto ciò che si può visitare, musei del cinema, musei e monumenti importanti di NY, tutto ciò che si può fare in una settimana, senza tralasciare le cose più importanti.
    Grazie mille!
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Caro Maurizio, lei batte tutti i record di advanced booking (prenotazione anticipata) se pensa già ora a un viaggio per ottobre 2013. Scherzi a parte, fa bene a darsi da fare per tempo ma lei sa bene che, di questi tempi, servirebbe la sfera di cristallo per poter fare previsioni sensate. Lo dico perché una variabile importante nei viaggi è il cambio. Non possiamo sapere come sarà il rapporto euro/dollaro fra un anno e mezzo. Veniamo da anni in cui era per noi europei molto vantaggioso; al momento lo è meno e lei sa quanto questo fattore conti nell’acquisto di servizi turistici che saranno quotati in dollari. Detto questo le do due consigli alternativi per la sua domanda:
    a) si rivolga nella sua città al miglior agente di viaggi che conosce. Magari spenderà qualcosa in più (non molto) ma le verranno proposti pacchetti su diverse fasce di prezzo a seconda delle sistemazioni (ostelli compresi) scelte e dei voli. E si toglierà ogni problema relativo a ritardi, cancellazioni eccetera. Non creda però di poter acquistare ora per ottobre 2013… Può iniziare a farsi un’idea.
    b) Se ha ottima dimestichezza con il web e vuole assolutamente fare da sé può senz’altro trovare pacchetti sui più importanti portali di viaggi oppure può cercare — ad esempio su Volagratis — delle proposte di voli e poi andare alla ricerca di una sistemazione alberghiera o b&b. Su questo sito ufficiale http://www.nycgo.com/#it (in inglese) può vedere offerte per il pernottamento.

    Sono un giornalista e non un tour operator e quindi non mi spingo oltre. Ma qualche altro suggerimento sparso, da compagno di viaggio, glielo do volentieri:
    - negli Usa è fondamentale viaggiare con un’assicurazione che copra le spese mediche. Europ assistance e Mondial sono le più note.
    - Non posso qui farle la lista delle cose da vedere, tanto più in una città come NYC! Le indico di nuovo il sito di prima, dove troverà praticamente tutto. Fa bene a fermarsi una settimana: è il tempo giusto per vedere se non tutto, di tutto, dai musei ai luoghi dello shopping, dall’Empire alla Statua della Libertà e ad Ellis Island. Anzi, una settimana può essere anche tanto, non perché NYC sia esauribile in sette giorni ma perché potreste essere voi stanchi di muovervi sempre in città. Un’escursione di un giorno magari a Long Island o alle cascate del Niagara (aereo in giornata, un po’ costoso ma sensazionale) puà valere la pena. Giusta l’idea sui pasti. La mezza pensione a NYC non ha senso: si mangia di tutto e dovunque. E la colazione non è un problema.
    - Di mio le aggiungo che, tra le cose nuove da non perdere ci sono la High Line www.thehighline.org/ (ferrovia sopraelevata dismessa trasformata in… parco) e soprattutto il 9/11 Memorial www.911memorial.org/, sul sito di Ground Zero.

    RispondiElimina
  5. Caro Marco, non posso fare altro che ringraziarla di cuore, è stato preziosissimo dandomi queste informazioni!
    Ha perfettamente ragione per quanto riguarda i tempi difficili e il cambio euro dollaro, io sono solito prenotare parecchio tempo prima in modo da ammortizzare spese accessorie, però avendo già la consapevolezza di aver prenotato volo e alloggio, insomma gioco con il tempo perché non ho un lavoro che mi permette di spendere tanti soldi in una volta sola e di conseguenza faccio in questo modo :) Anche per semplici viaggi in europa prenoto non prima dei 7 mesi.
    Spero che Ryaner non tolga le tratte dalla Sardegna, c'è la seria probabilità che da Ottobre non potrò più volare a basso costo perché non sono stati rinnovati i contratti, rendendoci isolati ancor di più!
    Non conoscevo il suo blog, l'ho scoperto solo oggi, e da oggi penso proprio che lo leggerò costantemente :)
    La ringrazio ancora di cuore!
    Saluti.
    Maurizio

    RispondiElimina
  6. Grazie a lei. E mi faccia sapere, teniamoci in contatto. Buon viaggio (anticipato)

    RispondiElimina